News

  • Battaglia automatica Russia e Stati Uniti tentano di legittimare le armi letali autonome (i "killer robots")Sul sito www.disarmo.org la battaglia per avere armi letali robotizzateFonte: Rete Italiana per il Disarmo - Campaign to Stop Killer Robots La Russia e gli Stati Uniti stanno continuando la loro battaglia persa contro l'ormai inevitabile Trattato internazionale riguardante le armi letali autonome (LAWS), i cosiddetti "killer robots".La maggior parte degli Stati che partecipano ai colloqui diplomatici sui sistemi letali di armi autonome hanno infatti espresso il proprio forte desiderio di negoziare un nuovo Trattato per rispondere alle crescenti preoccupazioni su questa tipologia di armi. Alla riunione di Ginevra della Convenzione sulle armi convenzionali (CCW) di questa settimana la Giordania è entrata ...
    Inviato in data 12 set 2019, 07:40 da Cultura della Pace
  • Bambini e guerra Gli schiavi bambini del CongoL’impegno a favore dell'infanzia vulnerabile.Dalle miniere di coltan, oro, cobalto e diamanti alle strade di periferia delle grandi città, tra fame, miseria e sfruttamento.Sul sito www.peacelink.it un articolo di Beatrice Ruscio sulla situazione congolese- Lo scorso 3 settembre il Prof. Francesco Barone (Docente presso il Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi dell’Aquila) è tornato dalla sua 52esima missione umanitaria nella Repubblica Democratica del Congo. Una missione straordinaria, densa di belle emozioni, ricordi indelebili ma anche di grandi preoccupazioni.Prof. Barone, lei conosce bene l’Africa e la dura realtà nella quale sono costretti a vivere migliaia di bambini. In tutti questi anni, partendo dalla sua prima ...
    Inviato in data 12 set 2019, 07:45 da Cultura della Pace
  • Thomas Merton assassinato. Un martire della nonviolenza Il martirio di Thomas MertonSul sito www.serenoregis.org un articolo di Matthew Fox sulla fine misteriosa del grande monaco cattolico, Thomas MertonPer anni ho parlato apertamente di quanto mi puzzasse il resoconto ufficiale della morte improvvisa di Thomas Merton. Nel corso degli anni, incontrai tre agenti della CIA, che a quel tempo si trovavano nel sud-est asiatico, e chiesi loro esplicitamente se avessero ucciso Thomas Merton. Uno disse: “Non lo affermerò né lo negherò”. Il secondo (che parlò con un mio amico, non con me) disse: “In quel momento, nuotavamo nel denaro senza risponderne assolutamente a nessuno. Se ci fosse stato un solo agente a considerare Merton una minaccia per il paese, avrebbe potuto farlo fuori ...
    Inviato in data 14 ago 2019, 10:51 da Cultura della Pace
  • Clima cambiato Al fuoco, al fuoco! E nessuno accorre...Sul sito www.unimondo.org un articolo di Anna Molinari racconta il senso del cambiamento del climaE’ un inferno. E’ un inferno stare bloccati nel traffico, è un inferno perdere le persone che si amano, è un inferno un compito pesante che ci viene affidato in ufficio, è un inferno una torrida giornata estiva. Quante volte lo diciamo? Quante volte, senza farci caso, ognuno di noi per le proprie ragioni, si sente prigioniero di un girone dantesco? Per abitudine, perché ormai è entrato nel linguaggio comune, perché ci piace esagerare, perché non ce la facciamo più. Lo diciamo spesso.Poi però si vedono video e immagini come quelle degli incendi di questi ...
    Inviato in data 14 ago 2019, 10:43 da Cultura della Pace
  • Colpa atomica Nucleare: un tema spaventosamente attualeL’anniversario della prima bomba atomica sganciata su una città – Hiroshima, 6 agosto 1945 – coincide quest’anno con l’annuncio di Trump di stracciare il Trattato antinucleare INF, con le nuove tensioni con l’Iran, con l’acuirsi della crisi tra due potenze nucleari come India e Pakistan. Coincidenze che sembrano convergere verso un riarmo complessivo. Il Festival dei Diritti Umani ha chiesto a Lisa Clark, portavoce delle Rete Disarmo italiana, di spiegare cosa sta accadendo. Il suo – lo leggerete – è un invito anche alla mobilitazione contro il nucleare. Sul sito www.beati.org un articolo di Lisa Clark sul pericolo atomicoHiroshima, 6 agosto. Sono passati 74 anni e anche in questo 2019 ricorderemo ...
    Inviato in data 9 ago 2019, 09:33 da Cultura della Pace
  • Allarme oggi L’UNHCR esprime preoccupazione in merito alle nuove norme sulle operazioni di soccorso nel Mediterraneo CentraleSul sito www.unhcr.it il comunicato stampa relativo alla legge sulla sicurezza varata in Italia dell'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiatiL’UNHCR, l’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati, esprime preoccupazione a seguito dell’approvazione avvenuta ieri da parte del Parlamento italiano della legge di conversione del decreto sicurezza bis che impone sanzioni ancore più severe alle imbarcazioni e alle persone che conducono operazioni di ricerca e soccorso nel Mediterraneo.Secondo gli emendamenti approvati dal Parlamento, le multe per le navi private che soccorrono le persone e non rispettano il divieto di ingresso nelle acque territoriali sono aumentate ...
    Inviato in data 9 ago 2019, 09:13 da Cultura della Pace
  • Decisione fondamentale Stop F-35! Ultima possibilitàDa anni buttiamo miliardi di euro per i cacciabombardieri F35, invece di pensare al lavoro, all’ambiente, alla salute, all’istruzione. Aiutaci a fermare questo folle spreco di soldi (pubblici). Sul sito www.serenoregis.org l'appello per una decisione fondamentale per il futuro economico dell'Italia: acquistare o no aerei costosi e poco utili alla nostra difesaFonte: Rete Italiana per il Disarmo – Sbilanciamoci! – Rete della PaceEntro il 2020 l’Italia dovrà decidere in via definitiva (aderendo o meno ai contratti “multi-year”) se acquistare tutti i 90 cacciabombardieri F-35 previsti dal piano di acquisizione. Al momento attuale il Governo ha confermato che verranno sicuramente confermati i primi 28 velivoli previsti (alcuni ...
    Inviato in data 14 lug 2019, 08:35 da Cultura della Pace
  • Associazione Cultura della Pace e Scuola Media di Rassina: un progetto per immagini Dai discorsi della storia a una mappa per il futuro: il bel lavoro degli studenti di Castel Focognano Un libro progettato e scritto dai ragazzi della scuola secondaria di I grado "Guido Monaco", sulla base delle parole più celebri dei Grandi del passato. Sul sito www.arezzonotizie.it un articolo di Rossana Farini sul progetto realizzato con la scuola di Rassina (Ar)"Il cambiamento è qui, che vi piaccia o no, sta cominciando”. Una frase che evoca immagini di grandi manifestazioni studentesche, di cartelli e di slogan gridati con i megafoni, di giovani in movimento, di nuovi modi e di nuovi mondi. Non è proprio così, ma il profumo che ci lascia addosso è quello. In realtà questa frase apre ...
    Inviato in data 28 giu 2019, 03:54 da Cultura della Pace
  • Soluzione Cinque punti sull'immigrazione: così si potrebbe cambiare rottaRiforma del regolamento di Dublino, Ius culturae per la cittadinanza, permessi di ricerca di lavoro, «regolarizzazione» e una svolta normativa sull'asilo. Su Avvenire un articolo di Corrado Giustiniani riflette su quali soluzioni adottare per governare il fenomeno migratorio1. Rilanciare la riforma del Regolamento di Dublino, già approvata dal Parlamento europeo, il 16 novembre del 2017, con una maggioranza schiacciante: 390 sì, 175 no e 44 astenuti. Questa prevede che le domande non vengano più esaminate nel primo Paese d’ingresso: i richiedenti asilo andrebbero distribuiti obbligatoriamente in tutti i Paesi dell’Unione, in proporzione a popolazione, Pil, grado di sviluppo economico, legami familiari dei richiedenti asilo con uno specifico ...
    Inviato in data 27 giu 2019, 06:34 da Cultura della Pace
  • Festa per la fine di Ramadan a Sansepolcro Pari Opportunità, incontro con la comunità musulmana "Per una comunità inclusiva"                                                                                      Nuova iniziativa di Commissione Pari Opportunità e Associazione Cultura della Pace in occasione della festa di fine Ramadan, Rottura del Digiuno. Comunicato Stampa del Comune di SansepolcroProseguono le iniziative della Commissione Pari Opportunità del Comune di Sansepolcro in collaborazione con l’Associazione Cultura della Pace nell’ambito del progetto “Per una comunità inclusiva”. Si tratta di un protocollo d’intesa sottoscritto nel gennaio 2018 dalle diverse realtà spirituali ed etniche del territorio. Il documento sancisce che “La comunità di Sansepolcro, in ognuna della sue componenti, ribadendo i principi generali espressi nello Statuto comunale, esprime il desiderio e la volontà di promuovere e incoraggiare il pieno e consapevole sviluppo ...
    Inviato in data 7 giu 2019, 13:13 da Cultura della Pace
  • Messaggio del Papa per la fine del mese di Ramadan Papa Francesco per una fratellanza umana con i musulmaniCristiani e musulmani: promuovere la fratellanza umanaMESSAGGIO PER IL MESE DEL RAMADAN E ‘ID AL-FITR 1440 H. / 2019 A.D. Città del Vaticano Cari fratelli e sorelle musulmani, Il mese del Ramadan, dedicato al digiuno, alla preghiera e all’elemosina, è anche un mese per rafforzare i legami spirituali che condividiamo nell’amicizia tra cristiani e musulmani. Sono lieto, quindi, di cogliere l’occasione per augurarvi una celebrazione serena e feconda del Ramadan.Le nostre religioni ci invitano “a restare ancorati ai valori della pace; a sostenere i valori della reciproca conoscenza, della fratellanza umana e della convivenza comune; a ristabilire la saggezza, la giustizia e la carità” (cfr ...
    Inviato in data 6 giu 2019, 08:20 da Cultura della Pace
  • Cercasi conflitto Pax Christi Italia denuncia le manovre per una prossima guerra all’IranSul sito www.paxchristi.it comunicato stampa per denunciare desideri di guerraComunicato stampaLa guerra è un male assoluto e va “ripudiata”, come recita la nostra Costituzione all’Art. 11: essa non deve più essere considerata una scelta possibile da parte della politica e della diplomazia.Proseguono invece con i passi di una danza macabra le manovre di avvicinamento alla guerra da parte dell’asse di questo male che vede insieme Israele, Emirati Arabi, Arabia Saudita e Stati Uniti d’America contro l’Iran, ritenuto sponsor del terrorismo mondiale.Come accadde nel 2003 per l’attacco all’Iraq, i manipolatori dell’opinione pubblica sono all’opera per ...
    Inviato in data 31 mag 2019, 08:10 da Cultura della Pace
  • Vendita di morte Export armi: dimezzate autorizzazioni, costante vendita. Destinatari sempre più fuori NATO ed EUOltre il 70% delle licenze singole finisce a Stati non EU e non NATO: ai vertici della classifica dei Paesi destinatari troviamo Qatar, Pakistan, Turchia, Emirati Arabi Uniti.Finalmente pubblica la Relazione al Parlamento prevista dalla legge 185/90: l’export militare italiano si attesta su 5,2 miliardi di € di autorizzazioni e 2,5 mld€ di trasferimenti definitivi nel corso dell’anno 2018.Oltre il 70% delle licenze singole finisce a Stati non EU e non NATO: ai vertici della classifica dei Paesi destinatari troviamo Qatar, Pakistan, Turchia, Emirati Arabi Uniti.Germania e Regno Unito ai vertici della classifica dei trasferimenti, ma anche Arabia Saudita, Qatar ...
    Inviato in data 16 mag 2019, 10:08 da Cultura della Pace
  • La nonviolenza vince Nonviolenza o NonesistenzaSul sito www.serenoregis.org un articolo di Robert C. Koehler su come applicare le metodologie nonviolenteIl giorno prima di morire, Martin Luther King disse queste parole a una Chiesa gremita di Memphis:“Gli uomini da anni parlano di guerra e pace. Ora non possono più solo parlarne. Non è più una scelta fra violenza e nonviolenza a questo mondo, è nonviolenza o non esistenza. Ecco dove siamo oggi”.Ecco dove siamo oggi… mezzo secolo dopo!Qui negli USA abbiamo un bilancio militare che macina un trilione di dollari all’anno, che è un investimento infernale nella nonesistenza. Ma abbiamo anche una crescente consapevolezza di pace che non può e non deve fermarsi prima di aver ...
    Inviato in data 9 mag 2019, 12:35 da Cultura della Pace
  • La guerra silenziosa Non sarà possibile indagare in Afghanistan sui crimini di guerraIl veto americano.Gli Stati Uniti infatti hanno negato i visti di ingresso agli investigatori della Corte penale internazionale.Sul sito www.peacelink.it un articolo sui crimini di guerra che non sarà possibile ricercareIl veto americano: non sarà possibile indagare in Afghanistan sui crimini di guerra. Gli Stati Uniti infatti hanno negato i visti di ingresso agli investigatori della Cpi (Corte penale internazionale), di cui non riconoscono l’autorità, e di conseguenza i magistrati che devono dare luce verde al procuratore non possono concedere che si proceda a indagare su un Paese agli archivi del quale non si può accedere.Per saperne di più clicca sul sito ...
    Inviato in data 18 apr 2019, 09:28 da Cultura della Pace
  • Economia etica La (nuova) economia civile e la svolta del profitto condivisoSul sito www.unimondo.org un articolo di Elisabetta Soglio tratto da Corriere.it riguardo una nuova idea di economiaPassare dal pil al «bil», il benessere interno lordo. Da profitto personale a profitto condiviso. Da utilità a senso etico. Da individualismo a «insieme». L’economia civile è questo ed azzarda parole come felicità, valore, comunità. Sperimenta azioni che generano occupazione, guadagni, sviluppo e che rimettono al centro l’uomo e l’ambiente. La tre giorni del Festival che si è conclusa domenica 31 marzo a Firenze, organizzata su un’idea di Federcasse da Next-Nuova economia per tutti e Sec-Scuola di economia civile, ha cercato di dimostrare che ...
    Inviato in data 18 apr 2019, 09:21 da Cultura della Pace
  • Opportunità di cittadinanza Pari Opportunità, il progetto “Per una comunità inclusiva” in trasferta ad Arezzo                                                                                                  Mercoledì 10 aprile incontro al Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze Umane e della Comunicazione Interculturale dell’Università di Siena.                                    Comunicato del Comune di Sansepolcro riguardo il progetto "Per una nuova comunità inclusivaNella mattinata di ieri, mercoledì 10 aprile, la Commissione Pari Opportunità del Comune di Sansepolcro e l’Associazione Cultura della Pace hanno raggiunto la facoltà di Scienze della Formazione del polo aretino dell’Università di Siena per presentare il progetto “Per una nuova comunità inclusiva”.Il protocollo d’intesa che lega queste realtà sancisce che “La comunità di Sansepolcro, in ognuna della sue componenti, ribadendo i principi generali espressi nello Statuto comunale, esprime il desiderio ...
    Inviato in data 12 apr 2019, 09:56 da Cultura della Pace
  • Migrazioni climatiche C'è un clima che ci fa emigrare...Sul sito www.unimondo.org un articolo di Sara Bin sui cambiamenti climatici e le migrazioni conseguentiSi parte per lavoro, per studio, per amore, per sfuggire ad una guerra o ad una persecuzione, ma partire per il clima non si è mai sentito, mai fino a quando non ci si è resi conto che gli effetti dei cambiamenti climatici hanno delle ripercussioni sulla vita delle persone. La causa ambientale è difficile da isolare nel quadro dei fattori che muovono il progetto migratorio, imbrigliata nelle maglie di causalità più evidenti. Ma noi siamo il pianeta che viviamo e i cambiamenti nell’una o nell’altra parte del sistema agiscono come delle sinapsi ...
    Inviato in data 12 apr 2019, 09:47 da Cultura della Pace
  • Quale strada da percorrere? Proteste Torre Maura. Per i rom Roma s’incendia. Intervista a Dijana PavlovicSul sito www.articolo21.org un articolo di Gian Mario Gillio sulla situazione di precarietà del quartiere romanoAr«Il movimento Kethane (insieme), rom e sinti per l’Italia, chiede allo Stato italiano di proteggere i 33 bambini, le 22 donne, insomma le sessanta persone rifiutate ieri nel quartiere romano di Torre Maura e di impedire altri presidi razzisti. Di aprire immediatamente le dovute indagini nei confronti di chi ha commesso atti criminali davanti al Centro di accoglienza e di capire quale ruolo abbiano avuto le forze politiche di estrema destra che si sono unite all’atto discriminatorio. Chiediamo, infine, che quelle persone siano perseguite, come previsto ...
    Inviato in data 4 apr 2019, 09:45 da Cultura della Pace
  • Senza coscienza Gli scienziati italiani: “Fermate la corsa ai robot killer!”Il 70% degli italiani è contro le armi autonome. Appello dei ricercatori di intelligenza artificiale, robotica e informatica e discipline collegate per la messa al bando delle armi completamente autonomeSul sito www.disarmo.org un appello della Scienza contro le armi senza coscienzaAppello dei ricercatori di intelligenza artificiale, robotica e informatica e discipline collegate per la messa al bando delle armi completamente autonome. Iniziativa diretta a responsabili politici ed opinione pubblica, nell’ambito della mobilitazione della Campaign to Stop Killer Robots (i cui membri italiani sono Rete Disarmo e Uspid)E’ stato presentato a Roma l’Appello di scienziati e ricercatori italiani contro i sistemi d’arma letali autonomi ...
    Inviato in data 21 mar 2019, 08:34 da Cultura della Pace
  • Comunicato Stampa congiunto Ecco il vincitore della Borsa di Studio "Angiolino Acquisti"Comunicato Stampa dell'Associazione Culturale "Angiolino Acquisti" e dell'Associazione Cultura della Pace, in collaborazione con la Sezione ACLI "Adriano Olivetti" di Sansepolcro e con il Comune di Sansepolcro, Assessorato alla Cultura   L’Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e l’Associazione Cultura della Pace, in collaborazione con la Sezione ACLI “Adriano Olivetti” di Sansepolcro e con il Comune di Sansepolcro, Assessorato alla Cultura, nel giorno dell’anniversario della nascita di Don Tonino Bello, profeta di pace e costruttore di solidarietà, comunicano che la Commissione Esaminatrice della Borsa di Studio “Angiolino Acquisti”, presieduta dal Prof. Tonino Drago, ha deciso di premiare la tesi della Dott. ssa Nadia Cadrobbi, dal titolo “Riconciliazione e perdono ...
    Inviato in data 18 mar 2019, 06:57 da Cultura della Pace
  • Rovereto e Sansepolcro insieme per una cultura della pace La comunità di Sansepolcro ospite della città di Rovereto      Grande accoglienza nella Città della Pace per il sindaco e l’amministrazione comunale. Presenti anche le delegazioni dei Balestrieri e dei Vigili del Fuoco Volontari. Sul sito del Comune di Sansepolcro il comunicato stampa che segnala l'iniziativa di collaborazione tra le due città a seguito dell'impegno dell'Associazione Cultura della Pace, un impegno che si allarga e che permette di guardare oltre i limiti territorialiLa comunità di Sansepolcro in trasferta a Rovereto. Nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 marzo, il capoluogo trentino ha ospitato un’ampia delegazione di amministratori, cittadini ed associazioni biturgensi con l’obiettivo consolidare il rapporto di amicizia e collaborazione avviato in questi ...
    Inviato in data 15 mar 2019, 10:57 da Cultura della Pace
  • Pensiero divergente Sappiamo immaginare la pace per la Palestina? Sul sito www.serenoregis.org un articolo di Richard Falk propone soluzione estrema e divergente per la questione israeliano-palestineseIn attesa senza aspettative positive dell’accordo del secolo di Trump, il travaglio palestinese si dipana giorno dopo giorno. Molti israeliani vorrebbero farci credere che la lotta palestinese per l’autodeterminazione sia stata sconfitta, e che è ora d’ammettere che Israele è il vincitore e la Palestina la perdente. Avvenimenti recenti abbozzano un quadro diverso. Ogni venerdì dalla fine di marzo 2018 la Grande Marcia del Ritorno ha confrontato Israele al confine di Gaza. Israele ha risposto con forza letale uccidendo più di 250 palestinesi e ferendone oltre 18.000, usando forza ...
    Inviato in data 7 mar 2019, 07:02 da Cultura della Pace
  • Ecco l'acqua di tutti Acqua - Finalmente in Parlamento. In questi mesi ci giochiamo tutto sull’acquaSul sito www.serenoregis.org un articolo di Padre Alex Zanotelli, Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" nel 2004 C’è bisogno di una mobilitazione forte perché il Parlamento finalmente approvi una legge sull’acqua che rispetti il Referendum del 2011. In quell’occasione ventisei milioni di cittadini hanno votato che l’acqua deve uscire dal mercato e che non si può fare profitto su questo bene così prezioso e scarso.Otto anni sono passati da quell’evento e ben cinque governi si sono succeduti in questo paese senza tradurre la volontà popolare in legge. Anzi, tutti e cinque hanno favorito la privatizzazione dell’oro blu ...
    Inviato in data 14 feb 2019, 10:12 da Cultura della Pace
  • Le verità Oxfam-Borderline: migrazioni, scacco matto ai diritti umaniUn nuovo report denuncia come a due anni dalla firma, l’accordo Italia-Libia, sostenuto dall’Ue, continui a causare morte nel Mediterraneo e violazioni dei diritti umani: 5.300 in due anni e 143 morti su 500 arrivi solo nel 2019. In migliaia sono detenuti in condizioni disumane nelle carceri libiche. 15 mila migranti sono stati riportati indietro l’anno scorso dalla Guardia costiera libica, alimentando così il traffico di esseri umani.Per un’Europa che accoglie si può sostenere la campagna Welcoming Europe QUISul sito www.borderlinesicilia.org un articolo sull'accordo Italia-Libia. Le conseguenze sui diritti umani di Borderline Sicilia Onlus, menzione speciale al Premio Nazionale ...
    Inviato in data 7 feb 2019, 07:05 da Cultura della Pace
  • Morire e far morire Giulio Regeni vittima della politicaSul sito www.unimondo.org un articolo di Bruno Cantamessa tratto da www.cittanuova.it racconta una storia di real politikRicorre in questi giorni l’anniversario dell’omicidio di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano torturato e ucciso in Egitto nel 2016. Gli striscioni gialli Verità per Giulio Regeni sono appesi ovunque in Italia. Nel suo paese natale, Fiumicello Villa Vicentina in Friuli, la famiglia ha promosso come ogni anno un commovente momento di ricordo del ventottenne scomparso, trasmesso in collegamento televisivo nazionale su Rai1 (La vita in diretta). A Fiumicello c’era anche il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha detto fra l’altro: «Quando sono andato a parlare con il presidente ...
    Inviato in data 7 feb 2019, 06:50 da Cultura della Pace
  • Quale distribuzione? Rapporto Oxfam 2019 Ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveriSul sito www.unimondo.org Marco Dotti, da Vita.it commenta il rapporto Oxfam sulla distribuzione della ricchezzaLe disuguaglianze dominano il mondo. I ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. La panoramica della situazione sul fronte povertà e disuguaglianze emerge dal Rapporto Oxfam 2019, dedicato a Public good or private wealth?, che verrà presentato sul tavolo del Forum economico di Davos che si apre nelle prossime ore.Dal Rapporto Oxfam emerge che l’1% più ricco possiede metà della ricchezza aggregata netta totale del pianeta (il 47,2%), mentre 3,8 miliardi di persone, che corrispondono alla metà più povera degli abitanti del mondo ...
    Inviato in data 23 gen 2019, 06:46 da Cultura della Pace
  • Assassinio di speranze Cosa c'è dietro l'assassinio del sindaco di DanzicaSul sito www.unimondo.org un editoriale di Michele Zanzucchi tratto da Cittanuova.it sulle ipotesi riguardo l'omicio del sindaco solidale di DanzicaÈ successo nel corso di una delle manifestazioni caritative più note della Polonia, un avvenimento apparentemente senza connotati politici: il sindaco di Danzica è stato assassinato domenica, davanti a centinaia di persone, sul palco della Grande Orchestra della Carità, per l’evento più popolare del Paese che ogni anno, da ventisette anni, in una delle domeniche di gennaio, vede decine di migliaia di volontari distribuire piccoli cuori adesivi rossi ovunque in cambio di donazioni per l’acquisto di attrezzature mediche pediatriche.Il week-end scorso, come ...
    Inviato in data 18 gen 2019, 08:54 da Cultura della Pace
  • Produzione scellerata «Riconvertire la produzione bellica», Zedda sostiene la causa Servitù militare. Approvato a maggioranza dal consiglio comunale di Cagliari l’ordine del giorno contro la fabbrica di bombe tedesca Rwm. Mentre sulle «spiagge liberate» il movimento pacifista sardo accusa il governo di propaganda: il problema è TeuladaSul sito www.serenoregis.org un articolo di Costantino Cossu tratto da "il manifesto"Cagliari – Ieri sera il consiglio comunale del capoluogo regionale sardo ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla maggioranza di centrosinistra, in cui si dichiara «l’assoluta contrarietà» dell’assemblea «alla fabbricazione nel territorio italiano di armi destinate a paesi in guerra».L’obiettivo è la multinazionale tedesca Rwm, che in Sardegna, a Domusnovas, nel Sulcis, produce ordigni che vengono ...
    Inviato in data 16 gen 2019, 05:53 da Cultura della Pace
  • Un clima ostile Migranti "ambientali": non possiamo ignorarliSul sito www.unimondo.org un articolo di Anna Toro sulla situazione di chi è costretto a fuggire dal proprio paese per il clima ostile. Un altro fronte si apre e va affrontato ora se non vogliamo situazioni di emergenzaNel febbraio scorso, con una sentenza storica una giudice del Tribunale de LʼAquila, Roberta Papa, ha accolto la richiesta di asilo per motivi ambientalie riconosciuto la protezione umanitaria a un cittadino del Bangladesh, costretto ad abbandonare il proprio territorio a causa di un’alluvione. È uno dei primi casi di accoglimento di questo tipo di istanze in Italia. Nelle motivazioni della sentenza, si fa riferimento alla prima edizione del rapporto su “Crisi Ambientali e Migrazioni ...
    Inviato in data 10 gen 2019, 09:16 da Cultura della Pace
  • Sicurezza poco sicura Il decreto della discordia Parlano di sicurezza e invece dividono ed escludono. Il piano “tolleranza zero” parte dal decreto sulla sicurezza. E gli immigrati non sono più destinatari di diritti.Sul sito www.serenoregis.it Oliviero Forti, responsabile Caritas analizza i possibili effetti del decreto sulla sicurezzaIl decreto sicurezza, recentemente varato dal governo, si presenta come l’ennesima ricetta per guarire da quello che molti chiamano “il male dell’immigrazione”. Non è certo il primo esecutivo che, appena insediato, si affretta a intervenire su un tema considerato dai più, politicamente sensibile. Anche il ministro dell’Interno precedente, Marco Minniti, a poche settimane dalla sua nomina al Viminale, si era adoperato per modificare il sistema italiano su immigrazione e asilo ...
    Inviato in data 20 dic 2018, 07:17 da Cultura della Pace
  • Paura creata Media e immigrazione: parole "rovesciate" e ansie indotteSul sito www.unimondo.org un articolo di Anna Toro analizza quanto venga creata la paura e le politiche conseguentiChi sono gli “spaventatori”? Sono quei giornalisti che, parlando di immigrazione, mistificano i fatti e le parole, contribuendo così ad accrescere ansie e paure nella popolazione. Lo fanno attraverso un uso distorto del lessico, mutuato quasi sempre dalla politica: un linguaggio disumanizzante, che si è progressivamente incattivito e che spinge sulla leva delle emozioni, con le persone migranti al centro di uno scontro non soltanto politico, ma anche di valori. E che negli ultimi anni si va inasprendo. Basta leggere il VI rapporto su Media e immigrazione redatto dall’associazione Carta di ...
    Inviato in data 20 dic 2018, 07:11 da Cultura della Pace
  • Premio Nobel per la Pace 2018 Il Premio Nobel per la Pace 2018 a Nadia MuradL'attivista yazida Nadia Murad ha ricevuto il premio Nobel per la Pace. E lancia un appello alle Nazioni Unite.Sul sito www.vogue.it un articolo sulla consegna del Premio Nobel per la Pace a Nadia Murad e Denis Mukwege, coraggiose persone di paceNel giorno del settantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti dell’uomo, l'attivista yazida Nadia Murad ha ricevuto il premio Nobel per la Pace 2018. Un riconoscimento che l'Accademia di Svezia ha voluto conferirle per il suo impegno contro gli stupri di guerra di cui Nadia Murad porta i segni sulla sua stessa pelle: è stata rapita dall'Isis, lei è diventata schiava sessuale ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:22 da Cultura della Pace
  • C'è speranza. Sempre Da Stoccolma a Washington due segnali di speranza per lo Yemen: cosa farà l’Italia?Importante accordo ieri in Svezia tra le parti coinvolte nel conflitto in Yemen, mentre il Senato statunitense vota per porre fine al sostegno USA alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita. Due segnali importanti che il Parlamento ed il Governo italiano devono cogliere senza indugio.Sul sito www.disarmo.org un comunicato congiunto per l'accordo del 13 Dicembre 2018Fonte: Amnesty International Italia - Fondazione Finanza Etica - Movimento dei Focolari Italia - Oxfam Italia - Rete della Pace - Rete Italiana per il Disarmo - Save the Children Italia Le organizzazioni della società civile italiana che da tempo si stanno mobilitando per porre fine alla guerra e alle sofferenze della ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:11 da Cultura della Pace
  • Si può fare! Protezione e cambiamenti climatici: da favore a dirittoSul sito www.unimondo.org un articolo di Chiara Zambelloni e Marta Benigni da Stampagiovanile.it ci raccontano cosa possiamo fare in concretoAnche  i rappresentanti della società civile possono ispirare cambiamenti che promuovono i diritti umani e la responsabilità civile. Come? Tramite azioni legali, il cosiddetto "contenzioso climatico", una pratica che si sta diffondendo nella scena giuridica internazionale come uno strumento per forzare i governi a rispettare l’Accordo di Parigi che è stata affrontata durante la COP24.Quando parliamo di contenzioso climatico ci riferiamo a cause in cui il cambiamento climatico e i suoi impatti sono fattori alla base delle argomentazioni legali e delle decisioni delle corti. Negli ultimi anni ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:04 da Cultura della Pace
  • La guerra non funziona La guerra per por fine alle guerre 100 anni dopo: valutazione e riorientamento della nostra resistenza alla guerraSul sito www.serenoregis.org un articolo di Robert J. Burrowes su come porre fine alla metodologia della guerra  L’autore e commentatore sociale britannico H.G. Wells ha forse coniato l’espressione che rese originariamente popolare la 1^ Guerra mondiale: La guerra che porrà fine alle guerre, secondo il titolo del suo libro basato su articoli scritti durante quel vasto conflitto militare. In ogni caso, in una versione o un’altra, l’espressione fu una delle più comuni frasi ad effetto della Grande Guerra del 1914-1918 e da allora sopravvissuta come espressione, spesso usata con una smorfia di sarcasmo.Commemorando ...
    Inviato in data 22 nov 2018, 11:08 da Cultura della Pace
  • Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione Costruita una cultura di paceGrande partecipazione alla consegna del Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione. Cecilia Sarti Strada e Mauro Biani protagonisti di una lezione su guerra, nonviolenza e pace  Cecilia Sarti Strada riceve il premio dal Sindaco Mauro CornioliUna grande partecipazione di pubblico e una forte emozione hanno accolto Cecilia Sarti Strada, attivista, già presidente di Emergency, filantropa e scrittrice premiata con il Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" arrivato alla sua XIV Edizione. I patrocini della Presidenza del Senato, della Camera dei Deputati della Regione Toscana e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana hanno accompagnato questa edizione del premio che ha visto un grande successo di pubblico che ha ...
    Inviato in data 18 nov 2018, 09:17 da Cultura della Pace
  • Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" e Premio Nazionale "Nonviolenza" Le premiateEcco un breve profilo di Cecilia Sarti Strada e Anna Bravo, le due donne che hanno vinto il Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione e il Premio Nazionale "Nonviolenza" Ed. 2018. I premi saranno consegnati a Sansepolcro il 17 Novembre 2018Cecilia Sarti Strada, Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” XIV Edizione, nata nel 1979, è una filantropa, attivista e scrittrice italiana, già presidente di Emergency.Figlia di Teresa Sarti Strada e di Gino Strada, Cecilia Sarti Strada si è laureata in sociologia e a 30 anni, dal 2009 al 2017, è stata Presidente dell'Organizzazione non governativa Emergency.Impegnata a livello internazionale, ha seguito le attività dei vari ospedali dell'organizzazione ...
    Inviato in data 23 ott 2018, 10:36 da Cultura della Pace
  • Yemen e guerra sporca Yemen: la coscienza sporca dell'OccidenteSul sito www.unimondo.org un articolo di Bruno Cantamessa tratto da www.cittanuova.it ci racconta quanto l'Italia e l'Occidente si siano mossi per la guerra nello YemenSecondo il quotidiano arabo online al-Khaleej, l’erede al trono saudita Mohamed bin Salmanavrebbe detto recentemente a una riunione di comandanti militari della coalizione anti-ribelli yemeniti (Arabia ed Emirati): «Non preoccupatevi delle critiche internazionali. Vogliamo lasciare un grande impatto sulla coscienza delle generazioni yemenite. Vogliamo che i loro figli, le donne e persino i loro uomini tremino ogni volta che viene menzionato il nome dell’Arabia Saudita». Se anche non avesse detto queste precise parole, i fatti le confermano. È evidente ...
    Inviato in data 18 ott 2018, 09:41 da Cultura della Pace
  • Libertà e informazione Salvate la giornalista Seda Taşkın: condannata a 7 anni e mezzo di carcere con prove confezionate ad hocSul sito www.articolo21.org un articolo di Marco Cesario riguardante la giornalista arrestata in Turchia. Da salvaguardare la libertà di informazioneAr Seda Taşkın è solo una delle tante giornaliste e giornalisti curdi, insieme a İdris Yılmaz, İdris Sayılgan e Şerife Oruç che marciscono da mesi in carcere senza prove concrete. L’obbiettivo del governo è chiaramente di impedire loro ti svolgere le proprie inchieste e pubblicare articoli invisi al governo turco soprattutto su un tema sensibile come il contesto curdo nel sud-est della Turchia. E’ la stessa sorte che è toccata anche ad altri loro colleghi come Nedim Türfent ...
    Inviato in data 11 ott 2018, 08:10 da Cultura della Pace
  • Terra limitata “Ci stiamo mangiando la Terra?” Sul sito www.serenoregis.org l'intervista di Stefano di Lullo a Giorgio Cingolani tratta da "La voce e il tempo". Preziosa riflessione da fare Parla Giorgio Cingolani, economista agrario, ospite al Sermig in occasione della Giornata del creato e di Terra Madre: “la responsabilità della cattiva gestione delle risorse naturali è dei grandi gruppi finanziari e dei governi dei Paesi più ricchi”.Giorgio Cingolani, economista agrario, socio del Centro Studi Sereno Regis di Torino, che da diversi anni ha avviato e gestisce nel maceratese un’azienda di agricoltura biologica, è intervenuto sabato 22 settembre all’Arsenale della Pace del Sermig all’incontro «Ci stiamo mangiando la Terra?», organizzato, in occasione della Giornata del creato ...
    Inviato in data 11 ott 2018, 08:01 da Cultura della Pace
  • Politica armata Il potere politico delle armi L’arte della guerra. Si discute della finanziaria in deficit, ma si tace sul fatto che l’Italia spende ogni anno miliardi a scopo militareSul sito www.serenoregis.org un articolo di Manlio Dinucci sulle scelte di politica militareMercati e Unione europea in allarme, opposizione all’attacco, richiamo del presidente della Repubblica alla Costituzione, perché l’annunciata manovra finanziaria del governo comporterebbe un deficit di circa 27 miliardi di euro. Silenzio assoluto invece, sia nel governo che nell’opposizione, sul fatto che l’Italia spende in un anno una somma analoga a scopo militare. Quella del 2018 è di circa 25 miliardi di euro, cui si aggiungono altre voci di carattere miitare portandola ...
    Inviato in data 4 ott 2018, 07:51 da Cultura della Pace
  • Pensiero divergente Energia pulita: uno dei modelli migliori? A Messina, lo dice l'OCSESul sito www.unimondo.org un articolo di Felice Cavallar, tratto da Corriere.it sulla straordinaria esperienza di Gaetano GiuntaCi voleva un fisico teorico che, dopo tanta ricerca in giro fra le università di diversi continenti, approdasse a Messina per fare sloggiare le famiglie dalle baracche del terremoto di cent’anni fa, trasferendole in case acquistate con un’acrobatica operazione di etico microcredito. Giusto per parlare di una delle variegate iniziative di un professionista dell’altruismo come Gaetano Giunta, 58 anni, tre figli, «fisico nella prima vita», adesso segretario generale di una realtà chiamata Fondazione di Comunità che attualmente, a otto anni dalla sua nascita, è stata ...
    Inviato in data 4 ott 2018, 07:45 da Cultura della Pace
  • La pistola e l'Uomo Incontro con giovane studente Usa: basta armi!Comunicato stampa di Pax Christi sulla volontà di detenere armi per una sicurezza fai da tePax Christi Italia esprime non solo la propria preoccupazione ma la più totale disapprovazione nei confronti del decreto legislativo entrato in vigore da pochi giorni, con il quale l’Italia ha recepito la direttiva europea numero 853 del 2017 sulla detenzione di armi.Noi siamo totalmente contrari a questo clima culturale di violenza armata che questo decreto non fa che aumentare. Cresce sempre più la sensazione che possedere un’arma dia più sicurezza. Secondo noi invece è proprio l’esatto contrario.Ci preoccupa questa atmosfera da Far West.Ci preoccupano le promesse e le intese con la ...
    Inviato in data 27 set 2018, 12:35 da Cultura della Pace
  • E' Nato in crisi: la soluzione Si renda la NATO civile e civilizzata (Part 2) Sul sito www.serenoregis.org la prosecuzione del ragionamento di Jan ObergLa banalità del militarismoNel campo della scienza, degli affari e della cultura, nuove idee, metodi innovativi, fare cose nuove e fare cose vecchie in modi nuovi sono attività di solito gratificate e ammirate. Il che mantiene questi campi vibranti, vivaci e interessanti anche per altri.Però nel campo del paradigma omni-pervasivo e omnipresente della basilare difesa militare e della dottrina e politica securitarie (ometto la pace perché nessuno ha una politica per la pace) non esistono dinamiche del genere.Risuona alla nausea il solito ritornello – per rendere paurosi e paganti:“C’è un nemico – qua o là ...
    Inviato in data 21 ott 2018, 10:36 da Cultura della Pace
  • E' Nato in crisi La crisi NATO e il conflitto transatlantico (Part 1) Sul sito www.serenoregis.org un'analisi della situazione della Nato di Jan Oberg, ricercatore di mezzi di paceQuando crollò il muro di Berlino e l’Unione Sovietica si dissolse e il Patto di Varsavia sparì, alcuni di noi sostennero che la risposta appropriata sarebbe stata chiudere la NATO e sviluppare un sistema di pace e una politica di gestione dei conflitti pan-europei per sostituire la dottrina di sicurezza a predominanza militare che aveva dominato durante la prima Guerra Fredda.Io avevo una ragione particolare per sostenerlo a quel tempo. Quale parte della ricerca fatta per la mia laurea (1981) sulla difesa e la politica di sicurezza della Danimarca ...
    Inviato in data 21 ott 2018, 10:33 da Cultura della Pace
Post visualizzati 1 - 46 di 46. Visualizza altro »



Comments