News

  • Comunicato Stampa congiunto Ecco il vincitore della Borsa di Studio "Angiolino Acquisti"Comunicato Stampa dell'Associazione Culturale "Angiolino Acquisti" e dell'Associazione Cultura della Pace, in collaborazione con la Sezione ACLI "Adriano Olivetti" di Sansepolcro e con il Comune di Sansepolcro, Assessorato alla Cultura   L’Associazione Culturale “Angiolino Acquisti” e l’Associazione Cultura della Pace, in collaborazione con la Sezione ACLI “Adriano Olivetti” di Sansepolcro e con il Comune di Sansepolcro, Assessorato alla Cultura, nel giorno dell’anniversario della nascita di Don Tonino Bello, profeta di pace e costruttore di solidarietà, comunicano che la Commissione Esaminatrice della Borsa di Studio “Angiolino Acquisti”, presieduta dal Prof. Tonino Drago, ha deciso di premiare la tesi della Dott. ssa Nadia Cadrobbi, dal titolo “Riconciliazione e perdono ...
    Inviato in data da Cultura della Pace
  • Rovereto e Sansepolcro insieme per una cultura della pace La comunità di Sansepolcro ospite della città di Rovereto      Grande accoglienza nella Città della Pace per il sindaco e l’amministrazione comunale. Presenti anche le delegazioni dei Balestrieri e dei Vigili del Fuoco Volontari. Sul sito del Comune di Sansepolcro il comunicato stampa che segnala l'iniziativa di collaborazione tra le due città a seguito dell'impegno dell'Associazione Cultura della Pace, un impegno che si allarga e che permette di guardare oltre i limiti territorialiLa comunità di Sansepolcro in trasferta a Rovereto. Nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 marzo, il capoluogo trentino ha ospitato un’ampia delegazione di amministratori, cittadini ed associazioni biturgensi con l’obiettivo consolidare il rapporto di amicizia e collaborazione avviato in questi ...
    Inviato in data 15 mar 2019, 10:57 da Cultura della Pace
  • Il dolore La cooperazione internazionale è in luttoSul sito www.unimondo.org un articolo di Lia Curcio sul disastro aereo in Etiopia che ha colpito quanti si interessavano dei più deboli, tra cui due nostri concittadini ai quali va il ringraziamento per tutto quanto sono riusciti a fare per dare una speranza a chi era in difficoltàLa cooperazione internazionale è in lutto. Sul Boeing 737 Max dell’Ethiopian Airlines questa sfortunata domenica di marzo c’erano soprattutto volontari, cooperanti e operatori umanitari, tra cui sette italiani. Tanti li hanno definiti, e a ragione, come il nostro orgoglio nazionale e il volto migliore della nostra Italia. Io li definirei provocatoriamente uno “strano popolo”, di cui anche io faccio parte in quanto ...
    Inviato in data 15 mar 2019, 10:45 da Cultura della Pace
  • Pensiero divergente Sappiamo immaginare la pace per la Palestina? Sul sito www.serenoregis.org un articolo di Richard Falk propone soluzione estrema e divergente per la questione israeliano-palestineseIn attesa senza aspettative positive dell’accordo del secolo di Trump, il travaglio palestinese si dipana giorno dopo giorno. Molti israeliani vorrebbero farci credere che la lotta palestinese per l’autodeterminazione sia stata sconfitta, e che è ora d’ammettere che Israele è il vincitore e la Palestina la perdente. Avvenimenti recenti abbozzano un quadro diverso. Ogni venerdì dalla fine di marzo 2018 la Grande Marcia del Ritorno ha confrontato Israele al confine di Gaza. Israele ha risposto con forza letale uccidendo più di 250 palestinesi e ferendone oltre 18.000, usando forza ...
    Inviato in data 7 mar 2019, 07:02 da Cultura della Pace
  • M'illumino di meno: aderisce il Comune di Sansepolcro con l'Associazione Cultura della Pace Sansepolcro s'illumina di meno: Venerdì 1 Marzo una serie di iniziative dedicate al risparmio energeticoComunicato Stampa del Comune di Sansepolcro per comunicare l'adesione all'iniziativa promossa dalla trasmissione radiofonica "Caterpillar", Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" nel 2016La città di Piero si ‘illumina di meno’. Anche quest’anno il Comune di Sansepolcro aderisce a  M’illumino di Meno, la campagna di sensibilizzazione sul risparmio energetico promossa dalla trasmissione radiofonica Caterpillar – Radio 2 e giunta alla quindicesima edizione.La “Giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili” è da sempre un appuntamento molto sentito dalla comunità biturgense. Nel 2016, l’Associazione Cultura della Pace ha conferito l’omonimo Premio Nazionale ai due conduttori ...
    Inviato in data 27 feb 2019, 10:07 da Cultura della Pace
  • Ecco l'acqua di tutti Acqua - Finalmente in Parlamento. In questi mesi ci giochiamo tutto sull’acquaSul sito www.serenoregis.org un articolo di Padre Alex Zanotelli, Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" nel 2004 C’è bisogno di una mobilitazione forte perché il Parlamento finalmente approvi una legge sull’acqua che rispetti il Referendum del 2011. In quell’occasione ventisei milioni di cittadini hanno votato che l’acqua deve uscire dal mercato e che non si può fare profitto su questo bene così prezioso e scarso.Otto anni sono passati da quell’evento e ben cinque governi si sono succeduti in questo paese senza tradurre la volontà popolare in legge. Anzi, tutti e cinque hanno favorito la privatizzazione dell’oro blu ...
    Inviato in data 14 feb 2019, 10:12 da Cultura della Pace
  • Le verità Oxfam-Borderline: migrazioni, scacco matto ai diritti umaniUn nuovo report denuncia come a due anni dalla firma, l’accordo Italia-Libia, sostenuto dall’Ue, continui a causare morte nel Mediterraneo e violazioni dei diritti umani: 5.300 in due anni e 143 morti su 500 arrivi solo nel 2019. In migliaia sono detenuti in condizioni disumane nelle carceri libiche. 15 mila migranti sono stati riportati indietro l’anno scorso dalla Guardia costiera libica, alimentando così il traffico di esseri umani.Per un’Europa che accoglie si può sostenere la campagna Welcoming Europe QUISul sito www.borderlinesicilia.org un articolo sull'accordo Italia-Libia. Le conseguenze sui diritti umani di Borderline Sicilia Onlus, menzione speciale al Premio Nazionale ...
    Inviato in data 7 feb 2019, 07:05 da Cultura della Pace
  • Morire e far morire Giulio Regeni vittima della politicaSul sito www.unimondo.org un articolo di Bruno Cantamessa tratto da www.cittanuova.it racconta una storia di real politikRicorre in questi giorni l’anniversario dell’omicidio di Giulio Regeni, il giovane ricercatore italiano torturato e ucciso in Egitto nel 2016. Gli striscioni gialli Verità per Giulio Regeni sono appesi ovunque in Italia. Nel suo paese natale, Fiumicello Villa Vicentina in Friuli, la famiglia ha promosso come ogni anno un commovente momento di ricordo del ventottenne scomparso, trasmesso in collegamento televisivo nazionale su Rai1 (La vita in diretta). A Fiumicello c’era anche il presidente della Camera, Roberto Fico, che ha detto fra l’altro: «Quando sono andato a parlare con il presidente ...
    Inviato in data 7 feb 2019, 06:50 da Cultura della Pace
  • Basta armi La campagna in Campidoglio. "Fermiamo l'export di armi""Anche Roma approvi la mozione contro la vendita di bombe italiane usate in Yemen dai sauditi".Sul sito www.beati.org si rilancia un articolo di Luca Liverani su AvvenireLa battaglia dei Comuni contro l’export di armi italiane per bombardare lo Yemen arriva in Campidoglio. Dopo la mozione approvata all’unanimità ad Assisi, replicata a Cagliari (è sarda la fabbrica delle bombe), Bologna e Verona, la società civile chiede che anche Roma Capitale aderisca alla campagna dei Consigli comunali per chiedere al governo il rispetto della legge 185 del ’90, che vieta esplicitamente la vendita di armi a Paesi in guerra come l’Arabia Saudita. E i gruppi consiliari ...
    Inviato in data 2 feb 2019, 10:14 da Cultura della Pace
  • Caterpillar, Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" in azione M'illumino di meno                                                                           Sul sito www.raiplayradio.it l'appello di Caterpillar, Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro", per il risparmio energetico M'illumino di Meno è la giornata del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili, ideata nel 2005 daCaterpillar e Rai Radio2 per chiedere ai propri ascoltatori di spegnere tutte le luci che non sono indispensabili. Un'iniziativa simbolica e concreta che fa del bene al pianeta e ai suoi abitanti.M'illumino di Meno torna il primo Marzo 2019 ed è dedicata all'economia circolare. L'imperativo è riutilizzare i materiali, ridurre gli sprechi, allontanare "il fine vita" delle cose. Perché le risorse finiscono, ma tutto si rigenera: bottiglie dell'acqua minerale che ...
    Inviato in data 2 feb 2019, 10:00 da Cultura della Pace
  • Quale distribuzione? Rapporto Oxfam 2019 Ricchi sempre più ricchi, poveri sempre più poveriSul sito www.unimondo.org Marco Dotti, da Vita.it commenta il rapporto Oxfam sulla distribuzione della ricchezzaLe disuguaglianze dominano il mondo. I ricchi sono sempre più ricchi e i poveri sempre più poveri. La panoramica della situazione sul fronte povertà e disuguaglianze emerge dal Rapporto Oxfam 2019, dedicato a Public good or private wealth?, che verrà presentato sul tavolo del Forum economico di Davos che si apre nelle prossime ore.Dal Rapporto Oxfam emerge che l’1% più ricco possiede metà della ricchezza aggregata netta totale del pianeta (il 47,2%), mentre 3,8 miliardi di persone, che corrispondono alla metà più povera degli abitanti del mondo ...
    Inviato in data 23 gen 2019, 06:46 da Cultura della Pace
  • Assassinio di speranze Cosa c'è dietro l'assassinio del sindaco di DanzicaSul sito www.unimondo.org un editoriale di Michele Zanzucchi tratto da Cittanuova.it sulle ipotesi riguardo l'omicio del sindaco solidale di DanzicaÈ successo nel corso di una delle manifestazioni caritative più note della Polonia, un avvenimento apparentemente senza connotati politici: il sindaco di Danzica è stato assassinato domenica, davanti a centinaia di persone, sul palco della Grande Orchestra della Carità, per l’evento più popolare del Paese che ogni anno, da ventisette anni, in una delle domeniche di gennaio, vede decine di migliaia di volontari distribuire piccoli cuori adesivi rossi ovunque in cambio di donazioni per l’acquisto di attrezzature mediche pediatriche.Il week-end scorso, come ...
    Inviato in data 18 gen 2019, 08:54 da Cultura della Pace
  • Produzione scellerata «Riconvertire la produzione bellica», Zedda sostiene la causa Servitù militare. Approvato a maggioranza dal consiglio comunale di Cagliari l’ordine del giorno contro la fabbrica di bombe tedesca Rwm. Mentre sulle «spiagge liberate» il movimento pacifista sardo accusa il governo di propaganda: il problema è TeuladaSul sito www.serenoregis.org un articolo di Costantino Cossu tratto da "il manifesto"Cagliari – Ieri sera il consiglio comunale del capoluogo regionale sardo ha approvato un ordine del giorno, presentato dalla maggioranza di centrosinistra, in cui si dichiara «l’assoluta contrarietà» dell’assemblea «alla fabbricazione nel territorio italiano di armi destinate a paesi in guerra».L’obiettivo è la multinazionale tedesca Rwm, che in Sardegna, a Domusnovas, nel Sulcis, produce ordigni che vengono ...
    Inviato in data 16 gen 2019, 05:53 da Cultura della Pace
  • Un clima ostile Migranti "ambientali": non possiamo ignorarliSul sito www.unimondo.org un articolo di Anna Toro sulla situazione di chi è costretto a fuggire dal proprio paese per il clima ostile. Un altro fronte si apre e va affrontato ora se non vogliamo situazioni di emergenzaNel febbraio scorso, con una sentenza storica una giudice del Tribunale de LʼAquila, Roberta Papa, ha accolto la richiesta di asilo per motivi ambientalie riconosciuto la protezione umanitaria a un cittadino del Bangladesh, costretto ad abbandonare il proprio territorio a causa di un’alluvione. È uno dei primi casi di accoglimento di questo tipo di istanze in Italia. Nelle motivazioni della sentenza, si fa riferimento alla prima edizione del rapporto su “Crisi Ambientali e Migrazioni ...
    Inviato in data 10 gen 2019, 09:16 da Cultura della Pace
  • Giornata Mondiale della Pace: messaggio di Papa Francesco La buona politica è al servizio della paceEcco il testo integrale del messaggio di Papa Francesco per la Giornata Mondiale della Pace. Da leggere e pensareMessaggio del Santo Padre Francesco per la celebrazione della 52ma Giornata Mondiale della Pace 1° gennaio 20191. “Pace a questa casa!”Inviando in missione i suoi discepoli, Gesù dice loro: «In qualunque casa entriate, prima dite: “Pace a questa casa!”. Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi» (Lc 10,5-6).Offrire la pace è al cuore della missione dei discepoli di Cristo. E questa offerta è rivolta a tutti coloro, uomini e donne, che sperano nella pace in mezzo ...
    Inviato in data 20 dic 2018, 07:22 da Cultura della Pace
  • Sicurezza poco sicura Il decreto della discordia Parlano di sicurezza e invece dividono ed escludono. Il piano “tolleranza zero” parte dal decreto sulla sicurezza. E gli immigrati non sono più destinatari di diritti.Sul sito www.serenoregis.it Oliviero Forti, responsabile Caritas analizza i possibili effetti del decreto sulla sicurezzaIl decreto sicurezza, recentemente varato dal governo, si presenta come l’ennesima ricetta per guarire da quello che molti chiamano “il male dell’immigrazione”. Non è certo il primo esecutivo che, appena insediato, si affretta a intervenire su un tema considerato dai più, politicamente sensibile. Anche il ministro dell’Interno precedente, Marco Minniti, a poche settimane dalla sua nomina al Viminale, si era adoperato per modificare il sistema italiano su immigrazione e asilo ...
    Inviato in data 20 dic 2018, 07:17 da Cultura della Pace
  • Paura creata Media e immigrazione: parole "rovesciate" e ansie indotteSul sito www.unimondo.org un articolo di Anna Toro analizza quanto venga creata la paura e le politiche conseguentiChi sono gli “spaventatori”? Sono quei giornalisti che, parlando di immigrazione, mistificano i fatti e le parole, contribuendo così ad accrescere ansie e paure nella popolazione. Lo fanno attraverso un uso distorto del lessico, mutuato quasi sempre dalla politica: un linguaggio disumanizzante, che si è progressivamente incattivito e che spinge sulla leva delle emozioni, con le persone migranti al centro di uno scontro non soltanto politico, ma anche di valori. E che negli ultimi anni si va inasprendo. Basta leggere il VI rapporto su Media e immigrazione redatto dall’associazione Carta di ...
    Inviato in data 20 dic 2018, 07:11 da Cultura della Pace
  • Comunicato Stampa congiunto Comunicato Stampa dell'Associazione Cultura della Pace e del Comune di SansepolcroAttentato Strasburgo, Sansepolcro si stringe alla comunità di Rovereto per la scomparsa di Antonio MegalizziL’Associazione Cultura della Pace e il Comune di Sansepolcro, Città della Cultura della Pace, si stringono alla comunità di Rovereto, Città della Pace per la tragica perdita del suo concittadino, il giornalista Antonio Megalizzi, scomparso in seguito all’attentato terroristico di Strasburgo dei giorni scorsi. Una voce libera, giovane, che desiderava raccontare l’Europa agli europei, stando in Europa e seguendo le vicende del Parlamento Europeo, è stata stroncata dall’odio cieco e dalla violenza tipiche della mancanza di cultura e di volontà di incontro. Le nostre città, così vicine per la ...
    Inviato in data 16 dic 2018, 11:11 da Cultura della Pace
  • Premio Nobel per la Pace 2018 Il Premio Nobel per la Pace 2018 a Nadia MuradL'attivista yazida Nadia Murad ha ricevuto il premio Nobel per la Pace. E lancia un appello alle Nazioni Unite.Sul sito www.vogue.it un articolo sulla consegna del Premio Nobel per la Pace a Nadia Murad e Denis Mukwege, coraggiose persone di paceNel giorno del settantesimo anniversario della dichiarazione dei diritti dell’uomo, l'attivista yazida Nadia Murad ha ricevuto il premio Nobel per la Pace 2018. Un riconoscimento che l'Accademia di Svezia ha voluto conferirle per il suo impegno contro gli stupri di guerra di cui Nadia Murad porta i segni sulla sua stessa pelle: è stata rapita dall'Isis, lei è diventata schiava sessuale ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:22 da Cultura della Pace
  • C'è speranza. Sempre Da Stoccolma a Washington due segnali di speranza per lo Yemen: cosa farà l’Italia?Importante accordo ieri in Svezia tra le parti coinvolte nel conflitto in Yemen, mentre il Senato statunitense vota per porre fine al sostegno USA alla coalizione guidata dall’Arabia Saudita. Due segnali importanti che il Parlamento ed il Governo italiano devono cogliere senza indugio.Sul sito www.disarmo.org un comunicato congiunto per l'accordo del 13 Dicembre 2018Fonte: Amnesty International Italia - Fondazione Finanza Etica - Movimento dei Focolari Italia - Oxfam Italia - Rete della Pace - Rete Italiana per il Disarmo - Save the Children Italia Le organizzazioni della società civile italiana che da tempo si stanno mobilitando per porre fine alla guerra e alle sofferenze della ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:11 da Cultura della Pace
  • Si può fare! Protezione e cambiamenti climatici: da favore a dirittoSul sito www.unimondo.org un articolo di Chiara Zambelloni e Marta Benigni da Stampagiovanile.it ci raccontano cosa possiamo fare in concretoAnche  i rappresentanti della società civile possono ispirare cambiamenti che promuovono i diritti umani e la responsabilità civile. Come? Tramite azioni legali, il cosiddetto "contenzioso climatico", una pratica che si sta diffondendo nella scena giuridica internazionale come uno strumento per forzare i governi a rispettare l’Accordo di Parigi che è stata affrontata durante la COP24.Quando parliamo di contenzioso climatico ci riferiamo a cause in cui il cambiamento climatico e i suoi impatti sono fattori alla base delle argomentazioni legali e delle decisioni delle corti. Negli ultimi anni ...
    Inviato in data 14 dic 2018, 08:04 da Cultura della Pace
  • La guerra non funziona La guerra per por fine alle guerre 100 anni dopo: valutazione e riorientamento della nostra resistenza alla guerraSul sito www.serenoregis.org un articolo di Robert J. Burrowes su come porre fine alla metodologia della guerra  L’autore e commentatore sociale britannico H.G. Wells ha forse coniato l’espressione che rese originariamente popolare la 1^ Guerra mondiale: La guerra che porrà fine alle guerre, secondo il titolo del suo libro basato su articoli scritti durante quel vasto conflitto militare. In ogni caso, in una versione o un’altra, l’espressione fu una delle più comuni frasi ad effetto della Grande Guerra del 1914-1918 e da allora sopravvissuta come espressione, spesso usata con una smorfia di sarcasmo.Commemorando ...
    Inviato in data 22 nov 2018, 11:08 da Cultura della Pace
  • Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione Costruita una cultura di paceGrande partecipazione alla consegna del Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione. Cecilia Sarti Strada e Mauro Biani protagonisti di una lezione su guerra, nonviolenza e pace  Cecilia Sarti Strada riceve il premio dal Sindaco Mauro CornioliUna grande partecipazione di pubblico e una forte emozione hanno accolto Cecilia Sarti Strada, attivista, già presidente di Emergency, filantropa e scrittrice premiata con il Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" arrivato alla sua XIV Edizione. I patrocini della Presidenza del Senato, della Camera dei Deputati della Regione Toscana e dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana hanno accompagnato questa edizione del premio che ha visto un grande successo di pubblico che ha ...
    Inviato in data 18 nov 2018, 09:17 da Cultura della Pace
  • Contro il caporalato per un'economia umana Grande successo per la presentazione del Calendario "Humana Civilitas" - Ivrea 2019Presentato il calendario dell'Associazione Cultura della Pace. Protagonisti gli studenti dell'Istituto d'Istruzione Superiore "Liceo Città di Piero"e Desire Olivetti, Vicepresidente della Fondazione Adriano Olivetti.La lezione di Olivetti, il suo sogno e ciò che ha realizzato nel calendario dell'Associazione Cultura della Pace, in collaborazione con la Fondazione Adriano OlivettiE' stato presentato Venerdì 9 Novembre 2018 presso il Borgo Palace Hotel, con una cena di beneficenza, il calendario "Humana Civilitas" - Ivrea 2019, con foto di Riccardo Lorenzi.L'opera ripercorre idealmente la storia e le vicende del grande imprenditore che seppe coniugare l'economia con il rispetto dei diritti dell'Uomo e di quanti ...
    Inviato in data 12 nov 2018, 12:55 da Cultura della Pace
  • Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" e Premio Nazionale "Nonviolenza" Le premiateEcco un breve profilo di Cecilia Sarti Strada e Anna Bravo, le due donne che hanno vinto il Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" XIV Edizione e il Premio Nazionale "Nonviolenza" Ed. 2018. I premi saranno consegnati a Sansepolcro il 17 Novembre 2018Cecilia Sarti Strada, Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” XIV Edizione, nata nel 1979, è una filantropa, attivista e scrittrice italiana, già presidente di Emergency.Figlia di Teresa Sarti Strada e di Gino Strada, Cecilia Sarti Strada si è laureata in sociologia e a 30 anni, dal 2009 al 2017, è stata Presidente dell'Organizzazione non governativa Emergency.Impegnata a livello internazionale, ha seguito le attività dei vari ospedali dell'organizzazione ...
    Inviato in data 23 ott 2018, 10:36 da Cultura della Pace
  • Yemen e guerra sporca Yemen: la coscienza sporca dell'OccidenteSul sito www.unimondo.org un articolo di Bruno Cantamessa tratto da www.cittanuova.it ci racconta quanto l'Italia e l'Occidente si siano mossi per la guerra nello YemenSecondo il quotidiano arabo online al-Khaleej, l’erede al trono saudita Mohamed bin Salmanavrebbe detto recentemente a una riunione di comandanti militari della coalizione anti-ribelli yemeniti (Arabia ed Emirati): «Non preoccupatevi delle critiche internazionali. Vogliamo lasciare un grande impatto sulla coscienza delle generazioni yemenite. Vogliamo che i loro figli, le donne e persino i loro uomini tremino ogni volta che viene menzionato il nome dell’Arabia Saudita». Se anche non avesse detto queste precise parole, i fatti le confermano. È evidente ...
    Inviato in data 18 ott 2018, 09:41 da Cultura della Pace
  • Libertà e informazione Salvate la giornalista Seda Taşkın: condannata a 7 anni e mezzo di carcere con prove confezionate ad hocSul sito www.articolo21.org un articolo di Marco Cesario riguardante la giornalista arrestata in Turchia. Da salvaguardare la libertà di informazioneAr Seda Taşkın è solo una delle tante giornaliste e giornalisti curdi, insieme a İdris Yılmaz, İdris Sayılgan e Şerife Oruç che marciscono da mesi in carcere senza prove concrete. L’obbiettivo del governo è chiaramente di impedire loro ti svolgere le proprie inchieste e pubblicare articoli invisi al governo turco soprattutto su un tema sensibile come il contesto curdo nel sud-est della Turchia. E’ la stessa sorte che è toccata anche ad altri loro colleghi come Nedim Türfent ...
    Inviato in data 11 ott 2018, 08:10 da Cultura della Pace
  • Terra limitata “Ci stiamo mangiando la Terra?” Sul sito www.serenoregis.org l'intervista di Stefano di Lullo a Giorgio Cingolani tratta da "La voce e il tempo". Preziosa riflessione da fare Parla Giorgio Cingolani, economista agrario, ospite al Sermig in occasione della Giornata del creato e di Terra Madre: “la responsabilità della cattiva gestione delle risorse naturali è dei grandi gruppi finanziari e dei governi dei Paesi più ricchi”.Giorgio Cingolani, economista agrario, socio del Centro Studi Sereno Regis di Torino, che da diversi anni ha avviato e gestisce nel maceratese un’azienda di agricoltura biologica, è intervenuto sabato 22 settembre all’Arsenale della Pace del Sermig all’incontro «Ci stiamo mangiando la Terra?», organizzato, in occasione della Giornata del creato ...
    Inviato in data 11 ott 2018, 08:01 da Cultura della Pace
  • Politica armata Il potere politico delle armi L’arte della guerra. Si discute della finanziaria in deficit, ma si tace sul fatto che l’Italia spende ogni anno miliardi a scopo militareSul sito www.serenoregis.org un articolo di Manlio Dinucci sulle scelte di politica militareMercati e Unione europea in allarme, opposizione all’attacco, richiamo del presidente della Repubblica alla Costituzione, perché l’annunciata manovra finanziaria del governo comporterebbe un deficit di circa 27 miliardi di euro. Silenzio assoluto invece, sia nel governo che nell’opposizione, sul fatto che l’Italia spende in un anno una somma analoga a scopo militare. Quella del 2018 è di circa 25 miliardi di euro, cui si aggiungono altre voci di carattere miitare portandola ...
    Inviato in data 4 ott 2018, 07:51 da Cultura della Pace
  • Pensiero divergente Energia pulita: uno dei modelli migliori? A Messina, lo dice l'OCSESul sito www.unimondo.org un articolo di Felice Cavallar, tratto da Corriere.it sulla straordinaria esperienza di Gaetano GiuntaCi voleva un fisico teorico che, dopo tanta ricerca in giro fra le università di diversi continenti, approdasse a Messina per fare sloggiare le famiglie dalle baracche del terremoto di cent’anni fa, trasferendole in case acquistate con un’acrobatica operazione di etico microcredito. Giusto per parlare di una delle variegate iniziative di un professionista dell’altruismo come Gaetano Giunta, 58 anni, tre figli, «fisico nella prima vita», adesso segretario generale di una realtà chiamata Fondazione di Comunità che attualmente, a otto anni dalla sua nascita, è stata ...
    Inviato in data 4 ott 2018, 07:45 da Cultura della Pace
  • La pistola e l'Uomo Incontro con giovane studente Usa: basta armi!Comunicato stampa di Pax Christi sulla volontà di detenere armi per una sicurezza fai da tePax Christi Italia esprime non solo la propria preoccupazione ma la più totale disapprovazione nei confronti del decreto legislativo entrato in vigore da pochi giorni, con il quale l’Italia ha recepito la direttiva europea numero 853 del 2017 sulla detenzione di armi.Noi siamo totalmente contrari a questo clima culturale di violenza armata che questo decreto non fa che aumentare. Cresce sempre più la sensazione che possedere un’arma dia più sicurezza. Secondo noi invece è proprio l’esatto contrario.Ci preoccupa questa atmosfera da Far West.Ci preoccupano le promesse e le intese con la ...
    Inviato in data 27 set 2018, 12:35 da Cultura della Pace
  • Un clima diverso Più che Hulot ci vorrebbe LangerSul sito www.azionenonviolenta.it un articolo di Lorenzo Guadagnucci sui cambiamenti climatici e le politiche e il pensiero di LangerLe dimissioni da ministro di Nicolas Hulot hanno fatto rumore soprattutto in Francia, ma la vicenda del ministro per l’Ambiente d’Oltralpe ha un interesse più generale, se vogliamo mettere a fuoco il rilievo della questione ambientale, ma potremmo dire dell’emergenza climatica che sta stravolgendo (e probabilmente travolgendo) il pianeta. Sul numero corrente di Internazionale è stato tradotto e pubblicato un articolo dell’Economist dal titolo “L’estate in cui il clima cambiò”, riferito alla lunga serie di recenti fatti di cronaca dei disastri: incendi, siccità e nubifragi hanno investito varie ...
    Inviato in data 19 set 2018, 07:07 da Cultura della Pace
  • Ma dove vanno gli immigrati? Gli immigrati in Italia sono troppi?Sul sito www.serenoregis.org un articolo di Rocco Artifoni dona alcuni dati su cui riflettere per creare una politica migratoria seria“Io non sono razzista, ma in Italia ci sono troppi immigrati”. Quante volte abbiamo sentito questa frase? E poi c’è un’altra frase che ricorre sempre più spesso: “l’Europa ci ha lasciati soli” a gestire gli immigrati che chiedono la protezione internazionale. A questo punto – di conseguenza – si pongono alcune domande. Quand’è che possiamo considerare “troppi” gli immigrati? Quante sono effettivamente le richieste di asilo presentate in Italia? E quanti sono i rifugiati riconosciuti dal nostro Paese?Per cercare di fornire risposte documentate si possono prendere in considerazione alcuni ...
    Inviato in data 19 set 2018, 06:55 da Cultura della Pace
  • Erasmo da Rotterdam per una cultura di pace Ripartiamo da Erasmo Nel sito www.serenoregis.org un articolo di Enrico Peyretti sull'attualità del grande pensatore Erasmo da Rotterdam, utile per la costruzione di una cultura di pace Perché ritrovare Erasmo, come propone Tempi di Fraternità? Per ritrovare l’umanesimo.Ci accorgiamo, se ascoltiamo le voci delle coscienze più attente, che il problema del momento politico, civile, sociale, è un problema di umanità. «Restiamo umani», ci ripetono le testimonianze più vive. Ritorniamo umani, ci diciamo davanti a certi fenomeni glaciali e frane spirituali in corso.Nella nostra comune umanità c’è miseria e grandezza. Sentiamo umiltà, pentimento e bisogno di cambiamento per la miseria comune. Viviamo  anelito, desiderio, ricerca, per la grandezza umana, che compare nei maestri illuminati ...
    Inviato in data 13 set 2018, 07:20 da Cultura della Pace
  • Aiuto obbligato Migranti nave "Diciotti": l'accoglienza della Chiesa italianaSul sito www.caritasitaliana.it il comunicato sull'accoglienza dei profughi eritrei   Dopo giorni di trattative, appelli (vedi quello del Tavolo Asilo) e dichiarazioni (vedi le parole del card. Montenegro), sono arrivati nella serata del 28 agosto a Rocca di Papa (Roma), nel Centro Accoglienza Straordinaria (CAS) presso la struttura "Mondo Migliore" gestita dall'Associazione Auxilium, 100 migranti partiti dall'hotspot di Messina e sbarcati nel porto di Catania dalla nave della Marina Militare "U. Diciotti".Si tratta in particolare di 92 uomini e 8 donne, tra cui 4 coppie, tutti eritrei, che con due pullman sono arrivati dopo un viaggio di svariate ore, accolti dall’applauso degli operatori e degli altri ...
    Inviato in data 29 ago 2018, 07:07 da Cultura della Pace
  • Senza coscienza Negoziare un Trattato di messa al bando dei “Killer Robots” per mantenere un controllo umano sull’uso della forzaIniziata ieri una settimana di dibattito presso la CCW alle Nazioni Unite di Ginevra mentre si moltiplicano gli appelli per una norma internazionale che vieti lo sviluppo e l’uso di armi completamente autonomeFonte: Rete Italiana per il Disarmo - Campaign to Stop Killer RobotsTratto dal sito www.disarmo.org Si moltiplicano le voci della società civile e del mondo della ricerca affinché gli Stati membri delle Nazioni Unite decidano l’inizio di negoziati verso un Trattato che proibisca sistemi d’armi che, una volta attivati, avrebbero la capacità di selezionare e attaccare obiettivi senza intervento umano. La Campagna internazionale ...
    Inviato in data 29 ago 2018, 07:03 da Cultura della Pace
  • Ricercare la pace Oltre 700 ricercatori e studiosi si oppongono al programma di ricerca militare della UEGli accademici hanno aderito alla petizione “Researchers for peace” chiedendo ai propri colleghi di unirsi all’iniziativaFonte: Rete Italiana per il disarmo - ENAAT - Viene lanciata oggi da una coalizione di organizzazioni del mondo scientifico e della pace l'iniziativa di respiro europeo “Researchers for Peace”. Oltre 700 scienziati e accademici, la maggior parte provenienti da 19 dei 28 Paesi Membri dell'UE, hanno firmato una petizione online con un testo che invita l’Unione Europea a interrompere il finanziamento della ricerca militare. Chiedendo anche ai propri colleghi nella comunità scientifica e di ricerca di unirsi all’iniziativa esprimendo il proprio supporto e prendendo una posizione ...
    Inviato in data 2 ago 2018, 09:07 da Cultura della Pace
  • E' Nato in crisi: la soluzione Si renda la NATO civile e civilizzata (Part 2) Sul sito www.serenoregis.org la prosecuzione del ragionamento di Jan ObergLa banalità del militarismoNel campo della scienza, degli affari e della cultura, nuove idee, metodi innovativi, fare cose nuove e fare cose vecchie in modi nuovi sono attività di solito gratificate e ammirate. Il che mantiene questi campi vibranti, vivaci e interessanti anche per altri.Però nel campo del paradigma omni-pervasivo e omnipresente della basilare difesa militare e della dottrina e politica securitarie (ometto la pace perché nessuno ha una politica per la pace) non esistono dinamiche del genere.Risuona alla nausea il solito ritornello – per rendere paurosi e paganti:“C’è un nemico – qua o là ...
    Inviato in data 21 ott 2018, 10:36 da Cultura della Pace
  • E' Nato in crisi La crisi NATO e il conflitto transatlantico (Part 1) Sul sito www.serenoregis.org un'analisi della situazione della Nato di Jan Oberg, ricercatore di mezzi di paceQuando crollò il muro di Berlino e l’Unione Sovietica si dissolse e il Patto di Varsavia sparì, alcuni di noi sostennero che la risposta appropriata sarebbe stata chiudere la NATO e sviluppare un sistema di pace e una politica di gestione dei conflitti pan-europei per sostituire la dottrina di sicurezza a predominanza militare che aveva dominato durante la prima Guerra Fredda.Io avevo una ragione particolare per sostenerlo a quel tempo. Quale parte della ricerca fatta per la mia laurea (1981) sulla difesa e la politica di sicurezza della Danimarca ...
    Inviato in data 21 ott 2018, 10:33 da Cultura della Pace
  • Il razzismo attacca UNHCR: Preoccupazione per scia di attacchi razzisti Sul sito www.unhcr.it un comunicato stampa che registra preoccupazione per un aumento di violenza a sfondo razziale in Italia L’UNHCR, Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, esprime profonda preoccupazione per il crescente numero di attacchi nei confronti di migranti, richiedenti asilo, rifugiati e cittadini italiani di origine straniera che hanno caratterizzato questi ultimi mesi. “Non possiamo tollerare questa escalation di violenza indiscriminata, che proprio in quanto tale, mostra un’allarmante matrice razziale.” Ha affermato Felipe Camargo, Rappresentante dell’UNHCR per il Sud Europa. “Rivolgiamo un appello a tutte le componenti della società italiana affinché non smettano mai di sostenere i valori fondanti delle società moderne, i valori di civiltà ...
    Inviato in data 2 ago 2018, 08:45 da Cultura della Pace
  • Guerra incivile Afghanistan: record di vittime civili al 17° anno di guerraSul sito www.unimondo.org Anna Toro racconta l'inciviltà della guerra. Vittime, come al solito, i civiliIl generale Abdul Rashid Dostum, signore della guerra uzbeko e vicepresidente dell’Afghanistan, era atterrato da poco all’aeroporto di Kabul e si accingeva a proseguire verso la capitale afghana quando un kamikaze si è fatto saltare in aria fuori dall’ingresso principale provocando almeno 14 morti, tra civili e membri delle forze speciali afghane, più una cinquantina di feriti. L’attacco (in cui Dostum è rimasto illeso), è avvenuto lo scorso 22 luglio ed è stato rivendicato dall’Isis. Non è che uno degli ultimi episodi di sangue che continuano a ...
    Inviato in data 2 ago 2018, 08:40 da Cultura della Pace
  • Comunicato Stampa La nonviolenza di Padre Paolo Dall'OglioPosizionati i dipinti di Riccardo Antonelli e Roberto Lanari, raffiguranti la nonviolenza, nel Monastero di San Salvatore di Cori (Latina) fondato da Padre Paolo Dall'OglioL’Associazione Cultura della Pace, informa che, in occasione del quinto anniversario del rapimento di Padre Paolo Dall’Oglio, missionario per il dialogo interreligioso e Premio Nazionale “Nonviolenza” nel 2016, una propria delegazione si è recata al Monastero di San Salvatore di Cori (Latina) dove è attiva la Comunità “Al Khalil”, fondata dallo stesso Padre Paolo Dall’Oglio, per posizionare i dipinti di Riccardo Antonelli e di Roberto Lanari che hanno costituito il Premio Nazionale “Nonviolenza” e il Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” nel ...
    Inviato in data 30 lug 2018, 10:36 da Cultura della Pace
  • Un silenzio assordante Rompiamo il silenzio sull’AfricaAppello di Alex Zanotelli ai giornalisti perchè abbiano il coraggio di rompere l’omertà del silenzio mediatico che grava soprattutto sull’AfricaSul sito www.perlapace.it Padre Alex Zanotelli, Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" nel 2004 lancia un appello per conoscere meglio la situazione africana, origine dei tanti problemi che stiamo affrontandoScusatemi se mi rivolgo a voi in questa torrida estate, ma è la crescente sofferenza dei più poveri ed emarginati che mi spinge a farlo. Per questo come missionario uso la penna (anch’io appartengo alla vostra categoria) per far sentire il loro grido, un grido che trova sempre meno spazio nei mass-media italiani. Trovo infatti  la maggior ...
    Inviato in data 4 lug 2018, 07:32 da Cultura della Pace
  • Aumento delle spese militari I Trenta denari della Difesa Sorpresa: con il ‘cambiamento’ le spese militari aumentanoLa Ministra della Difesa del governo giallonero, Elisabetta Trenta, ha rilasciato un’intervista alla rivista americana specializzata Defense News, nella quale, oltre a confermare l’impegno italiano nel programma F35 (con tanti saluti ai pentastellati che facevano l’opposizione pacifista), ribadisce che l’Italia punta a raggiungere l’obiettivo Nato di spesa per la Difesa del 2% del prodotto interno lordo entro il 2024.  Il Parlamento se ne farà una ragione.Tratto dal sito www.serenoregis.org, un articolo di Mao Valpiana, Presidente del Movimento Nonviolento e nostro Socio OnorarioLa Difesa in Italia costa già tantissimo, attualmente 64 milioni al giorno, eppure il governo “del cambiamento ...
    Inviato in data 4 lug 2018, 07:27 da Cultura della Pace
  • Dati essenziali Rifugiati e migranti, una questione globaleSul sito www.unimondo.org Lia Curcio analizza i dati riguardanti quanti fuggono dal paese di origine per crearsi una nuova esistenza. Dati essenziali per capirci qualcosa e trovare soluzioni efficaci, al di là di facili sloganPer il quinto anno consecutivo i rifugiati nel mondo aumentano. Per il quinto anno consecutivo il numero dei profughi è un record. Il rapporto Global Trends dell’UNHCR - Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, presentato il 20 giugno scorso, ha conteggiato nel 2017 ben 68,5 milioni di profughi. Mai così tanti. La proporzione, per farci comprendere meglio la portata di questa tragedia umanitaria, è di una persona ogni 110 nel mondo.Di queste persone ...
    Inviato in data 4 lug 2018, 07:17 da Cultura della Pace
  • #againstwarfornonviolence Grande serata tra musica e nonviolenzaUna grande serata di musica tra riflessioni storiche a cento anni dalla fine della prima guerra mondiale. Un solo canto: la nonviolenza è il varco attuale della storiaUna serata particolare quella vissuta il 15 Giugno 2018 presso la Pizzeria "Lo Ziaccio" di Sansepolcro. Dieci perfomance musicali, di vario genere e tipologia, hanno permesso una riflessione a un secolo dalla fine di quell'inutile strage che fu la prima guerra mondiale. Un sapiente Andrea Franceschetti ha preso per mano il pubblico facendo attraversare, tra le suggestioni musicali presenti, le pieghe delle storia, per scoprire l'inutilità della violenza quale mezzo di risoluzione dei conflitti, portandolo alla consapevolezza della nonviolenza.Un nutrito pubblico ha partecipato ...
    Inviato in data 17 giu 2018, 11:30 da Cultura della Pace
  • Lettera all'Ambasciatore d'Austria Una lettera di paceBellissima lettera del Sindaco di Sansepolcro, Mauro Cornioli, all'Ambasciatore d'Austria, Dr. Christian Berlakowits. Un gesto significativo che mette Sansepolcro in prima linea nella costruzione di politiche di paceAlla c.a. dell'Ambasciatore Dr Christian Berlakovits OGGETTO: esposizione della bandiera dell'Austria accanto a quella italiana Egregio Ambasciatore, con la presente vorrei informarla che nella giornata di oggi 24 maggio, giorno dell' entrata in guerra da parte dall'Italia e del 4 novembre, giorno della fine del conflitto, il nostro Comune esporrà fuori dalla sede municipale e presso il monumento ai Caduti di Tutte le Guerre, la bandiera dell'Austria accanto a quella italiana, testimoniando, ad un secolo esatto da quella strage che vide ...
    Inviato in data 24 mag 2018, 06:40 da Cultura della Pace
  • Comunicato Stampa del Comune di Sansepolcro Sansepolcro: bandiera austriaca e italiana nell'anniversario della Grande GuerraComunicato Stampa del Comune di Sansepolcro 24 maggio 1915 – 24 maggio 2018. Nel giorno in cui ricorre l’anniversario dell’entrata in guerra da parte dell’Italia nel primo conflitto mondiale, il Comune di Sansepolcro, Città della Cultura della Pace, espone fuori dalla sede municipale la bandiera dell’Austria accanto a quella italiana.Questo simbolico gesto, intrapreso e condiviso in collaborazione con l’Associazione Cultura della Pace, vuole far sì che Sansepolcro si attesti come comunità capace di riflettere su quanto accaduto proponendo nuove modalità di convivenza e di soluzione dei conflitti e testimoniando, ad un secolo esatto da quella strage che vide contrapporsi popoli e nazioni, un’idea di ...
    Inviato in data 24 mag 2018, 06:32 da Cultura della Pace
  • Poi non ci lamentiamo... Export armi 2017: oltre 10 miliardi di autorizzazioni in maggioranza verso le aree critiche del mondoResa pubblica la Relazione al Parlamento prevista dalla legge 185/90: 10,3 mld€ di autorizzazioni e 2,7 mld€ di trasferimenti definitivi nel corso del 2017 Ai vertici della classifica dei Paesi destinatari di autorizzazioni il Qatar, seguito da Regno Unito, Germania, Spagna, USA e Turchia. Oltre il 57% delle vendite a Paesi non EU e non NATO.Fonte: Rete Italiana per il Disarmo E’ stata resa nota al Parlamento nei giorni scorsi la Relazione governativa sull’export italiano di armamenti prevista dalla legge 185/90, condati riferiti al 2017. Per il secondo anno consecutivo le autorizzazioni rilasciate superano, comprendendo anche le intermediazioni ...
    Inviato in data 18 mag 2018, 10:48 da Cultura della Pace
  • Cosa accade a Myanmar? Myanmar, non solo Rohingya: si riaccende il conflitto nel KachinSul sito www.unimondo.org un articolo di Francesco Maria Cricchio di Pressenza.com mette la lente di ingrandimento sul paese orientaleNell’ultimo anno, l’attenzione mondiale è stata – comprensibilmente – rivolta alla questione della minoranza musulmana Rohingya, con poco meno di un milione di persone costrette ad emigrare in Bangladesh a causa della pulizia etnica operata dall’esercito nazionale. Allo stesso tempo però, un’altra minoranza etnico-religiosa sta facendo i conti con la violenza perpetrata dal cosiddetto “Tatmadaw”, l’esercito birmano. Si tratta dei Jingpo, una popolazione che conta circa duecentomila individui e che risiede nella regione del Kachin, nel Myanmar settentrionale. Questa minoranza, di religione cristiana, è ...
    Inviato in data 18 mag 2018, 10:43 da Cultura della Pace
Post visualizzati 1 - 50 di 50. Visualizza altro »



Comments