New‎ > ‎

Ambasciatore della Cultura della Pace

pubblicato 23 apr 2017, 07:37 da Cultura della Pace
Consegnato il titolo di Ambasciatore della Cultura della Pace a Ernesto Olivero, Presidente del Sermig
Grande successo dell'iniziativa


E' una sala gremita ad accogliere Ernesto Olivero, fondatore del Sermig di Torino per la consegna del titolo di Ambasciatore della Cultura della Pace.
L'incontro, organizzato dalla Comunità di San Paolo, dall'Associazione "Massimo Canosci", dal Comune di Sansepolcro e dall'Associazione Cultura della Pace ha visto una grande partecipazione ed interesse per ascoltare un uomo di grande semplicità evangelica enucleare le innumerevoli attività del Sermig. Da più di 50 anni l'organizzazione del Sermig offre modalità nonviolente per raggiungere l'obiettivo della pace. 
Perdono, accoglienza, carità ed esperienza i punti cardini di un impegno che vede migliaia di volontari applicarsi nella risoluzione dei problemi: dal reinserimento dei carcerati, all'accoglienza di immigrati, all'aiuto dei più poveri per arrivare all'inclusione sociale e quindi allo stato di pace.
"Le cose di Dio devono sapere di Dio" ha dichiarato Olivero descrivendo la propria organizzazione e ha lamentato la mancanza del sentimento di maternità nel mondo che porta all'esclusione del diverso e quindi a nuovi conflitti. E' infatti l'atteggiamento di ognuno di noi nel quotidiano che crea la guerra e la divisione. Per avere più sicurezza non servono le armi o gli eserciti, ma la disarmante bontà della nonviolenza.
Gli è stato dato il titolo di Ambasciatore della Cultura della Pace, che lo vede insieme a Sveva Sagramola, giornalista Rai e conduttrice della trasmissione Geo. 
Potevamo dargli il Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro", abbiamo preferito dargli un impegno: continuare ad indicare le vie nonviolente per la risoluzione dei conflitti.
Comments