New‎ > ‎

Eroi di pace

pubblicato 25 feb 2021, 10:02 da Cultura della Pace
"Voglio che il mondo sappia il bene che ha fatto, la memoria è sacra"
L'uccisione in Congo dell'ambasciatore italiano Luca Attanasio.
La dottoressa Chiara Castellani, missionaria laica nella Repubblica Democratica del Congo, lo ricorda assieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all'autista.
Sul sito www.peacelink.it il ricordo dell'Ambasciatore ucciso

L'ambasciatore Attanasio in una foto tratta dal profilo Facebook della moglie

"E' morto un giusto mentre distribuiva degli aiuti umanitari. La sua morte chiede che si faccia finalmente giustizia dei 5 milioni di morti in 20 anni nell'Est del Congo".

Così la dottoressa Chiara Castellani ricorda l'ambasciatore Luca Attanasio.

Ci ha scritto Chiara Castellani esprimendo tutto il suo dolore per l'uccisione dell'ambasciatore italiano in Congo, Luca Attanasio, assieme al carabiniere Vittorio Iacovacci e all'autista locale. Una persona molto buona e semplice. Ecco quello che scrive Chiara Castellani dal Congo: "Voglio che il mondo sappia il bene che ha fatto, la memoria è sacra".

E poi ci dice: "Ho sotto gli occhi le sue foto. Non riesco a mandarvele tramite Internet. Ce n'è una con lui che è nel nostro ospedale e cammina insieme a noi. La persona più semplice e alla mano di questa terra".

Comments