New‎ > ‎

Scacco matto

pubblicato 28 dic 2017, 06:47 da Cultura della Pace
Ho in programma di perdere due titoli mondiali, uno alla volta
La due volte campionessa mondiale di scacchi Anna Muzychuk ha dichiarato che non intende partecipare a un torneo che si svolgerà in Arabia Saudita per via del modo in cui quello Stato tratta le donne come “creature secondarie”
E sì, per quei pochi che si preoccupano, sappiate sin d’ora: tornerò!
Sul sito www.peacelink.it un articolo di Giacomo Alessandroni sulla sbalorditiva scelta di Anna Muzychuk


Anna Muzychuk
La due volte campionessa mondiale di scacchi Anna Muzychuk ha dichiarato che non intende partecipare a un torneo che si svolgerà in Arabia Saudita per via del modo in cui quello Stato tratta le donne come “creature secondarie”.

L’evento storico e – soprattutto – il suo piatto da record da due milioni di dollari (1,7 milioni di euro) arriva quando il principe ereditario Mohammed bin Salman cerca di mostrare la sua nazione, ricca di petrolio, come più accogliente e moderata.

Anna Muzychuk, in un suo post su Facebook ha dichiarato:

Nei prossimi giorni ho in programma di perdere due titoli di campionessa mondiale, uno alla volta. Questo perché ho deciso di non recarmi  in Arabia Saudita.

Non voglio giocare seguendo le regole di qualcuno, non indosserò l’abaya, non voglio essere accompagnata ogni volta che desidero uscire, ma – soprattutto – non sono una creatura secondaria.

Esattamente un anno fa, ho vinto questi due titoli: ero la persona più felice nel mondo degli scacchi, ma questa volta mi sento davvero male. Tuttavia, manterrò fede ai miei principi, salterò l’evento, dove in cinque giorni avrei potuto guadagnare più punti che in una dozzina di eventi messi insieme.

Tutto questo è molto fastidioso, ma la cosa più sconvolgente è che a quasi nessuno importa davvero di tutto ciò. È una sensazione davvero amara, ma non cambierà la mia opinione e i miei principi.

Lo stesso vale per mia sorella Mariya, e io sono davvero felice che noi due condividiamo questo punto di vista. E sì, per quei pochi che si preoccupano, sappiate sin d’ora: torneremo!

L’associazione telematica PeaceLink è solidale con la campionessa. E – per una volta – è orgogliosa di dirle: complimenti per la sconfitta!

Comments