New‎ > ‎

Una città della Cultura della Pace

pubblicato 19 dic 2016, 06:48 da Cultura della Pace   [ aggiornato in data 20 dic 2016, 14:29 ]
Grande partecipazione e tante associazioni alla consegna del Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro"

L'immagine può contenere: 5 persone, persone in piedi


Si è svolta la cerimonia di consegna del Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" e del Premio Nazionale "Nonviolenza". Presenti i conduttori di Caterpillar, Massimo Cirri e Sara Zambotti, il Prof. Gianni Tamino, biologo e le sorelle di Padre Paolo Dall'Oglio

Sabato 17 dicembre si è svolta la consegna del Premio Nazionale “Cultura della Pace-Città di Sansepolcro” presso l'auditorium di Santa Chiara di Sansepolcro. La manifestazione, organizzata dall'Associazione Cultura della Pace e dal Comune di Sansepolcro, è stata introdotta dalle esibizioni e dalla presenza delle associazioni storico-rinascimentali: la Società Balestrieri di Sansepolcro con il suo gruppo musici, il gruppo Sbandieratori, l'Associazione Rinascimento nel Borgo, l'Associazione il Lauro e l'Associazione Il Merletto di Sansepolcro che ha fatto dono di una giraffa in tombolo, simbolo della nonviolenza, ai vincitori Massimo Cirri e Sara Zambotti. 

Vincitrice dell'edizione 2016 è stata infatti  la trasmissione radiofonica di Radio Due “Caterpillar”, che si è aggiudicata il premio, nell'ambito del campo di indagine della sostenibilità ambientale, con la seguente motivazione: "Per le molteplici attività promosse con simpatia, ironia e creatività, come 'M'illuminodimeno' o 'Bike the Nobel', che hanno permesso una crescita di coscienza e di sensibilità nei confronti dell'ambiente e della sua sostenibilità, sviluppando una cultura di pace, in quanti hanno la fortuna e il piacere di ascoltare la trasmissione radiofonica. La leggerezza con cui vengono trattate tematiche tanto importanti per il nostro vivere quotidiano, ha permesso e permette di porre attenzione al nostro agire quotidiano con divertita partecipazione".

Nella stessa occasione le sorelle di Padre Paolo Dall'Oglio, fautore del dialogo interreligioso in Siria, del quale non si hanno più notizie dal luglio 2013, hanno ritirato il Premio Nazionale "Nonviolenza" nell'Anno Giubilare della Misericordia, appena terminato e il prof. Gianni Tamino, biologo e docente presso l'Università di Padova, ha ritirato il Premio Nazionale "Nonviolenza" Ed. 2016 con questa motivazione:
"per la sua opera infaticabile in favore dello studio dell'ambiente, della sua sostenibilità e di come la qualità dell'ambiente possa interagire con il vivere comune, mettendo al riparo o a repentaglio la vita quotidiana di ogni essere vivente. Ha compreso e fatto comprendere attraverso la sua professione e la propria divulgazione scientifica, come il vivere nel rispetto della natura, dell'habitat naturale e della casa comune siano costitutivi della possibilità di uno sviluppo umano e sociale, sano e fecondo per l'intera umanità".

Tante persone e tante associazioni hanno voluto essere presenti a questa iniziativa rendendo il premio ancora più il premio della Città di Sansepolcro, che è Città della Cultura della Pace. A Sansepolcro, infatti, ormai da 25 anni si studia e si cerca di formare una cultura capace di guardare la realtà con un occhio allenato e critico, in grado di realizzare una società più solidale, attenta e nonviolenta.

Un ringraziamento a tutti coloro i quali hanno permesso il successo di questa iniziativa, dall'Amministrazione Comunale, al Consiglio Comunale di Sansepolcro, alle associazioni storico-rinascimentali, ai due pittori che hanno realizzato i premi consegnati ai vincitori, Roberto Lanari (Premio Nazionale "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro") e Riccardo Antonelli (Premio Nazionale "Nonviolenza"), a Ivano Boncompagni che ha realizzato le riprese integrali dell'evento che andranno ad arricchire la sezione "Cultura della Pace" della Biblioteca di Sansepolcro, a Michele Casini che ha condotto la serata con la solita sapienza e professionalità e a Donatella Zanchi che ha coordinato l'accoglienza da parte delle associazioni storico-rinascimentali.

Un plauso infine alle associazioni che hanno collaborato con l'Associazione Cultura della Pace: la Fondazione Internazionale "Don Luigi Di Liegro", il Movimento Nonviolento, le ACLI della Provincia di Arezzo e l'Associazione "Claudio Miccoli" che si occupa proprio di pace e relazioni umane, vista la particolare vicenda che ha visto protagonista la persona che dà il nome al sodalizio partenopeo.

Ulteriore ringraziamento al Liceo Scientifico "Piero della Francesca" e in particolare alla classe V sez. SA e agli studenti del Liceo Artistico di Sansepolcro che hanno realizzato il nuovo trofeo "Cultura della Pace-Città di Sansepolcro" che sarà utilizzato per le prossime edizioni.
Comments